Zelakim

Monaco mezzorco fedele a bahamut

Description:

faction_banner_harpers.svg

Bio:

Il culto di Tiamat attaccò il piccolo e misero villaggio chiamato Twostones dove abitava la madre di Zelakim, un’umana di nome Kara, saccheggiandolo e dandolo alle fiamme. Kara venne stuprata da un mezzorco, ma sopravvisse. Vagò per le Montagne del Tramonto dove era situato il villaggio, disperata e ferita, fino a svenire per la fatica. Al suo risveglio si ritrovò in un monastero su un’alto picco, l’Ordine del Pugno di Drago, fedeli a Bahamut, dove il Gran Maestro Sigmalur, un drago d’argento, decise di aiutarla. Kara scoprì di essere incinta, ma morì dando alla luce il piccolo, che venne quindi allevato dal monastero. Gli diedero il nome di Zelakim, e venne addestrato nella Via del Pugno di Drago da un monaco mezzelfo, Leosin Erlanthar che fu come un secondo padre per lui. Il drago propugnava metodi pacifici e non violenti per risolvere qualsiasi situazione, al contempo addestrando i monaci a difendere se stessi e altri se attaccati. “Il drago è paziente, ma se infastidito snuda le zanne”. Zelakim crebbe, ma sempre odiando la sua parte orchesca, vergognandosi di suo padre e della sua storia, infatti non la racconta agli sconosciuti. I monaci cercarono di aiutarlo a trovare la pace interiore e l’equilibrio mentale, con poco successo. 15 anni dopo il primo attacco il monastero venne assaltato dai cultisti, che vennero respinti con fatica. In questo scontro Zelakim partecipò, ma senza sapere che tra i cultisti vi era anche suo padre, rimasto ucciso durante l’attacco. All’età di 21 anni, ancora diviso tra le sue metà, ormai ben addestrato sia fisicamente che mentalmente, venne scelto dal Gran Maestro per una missione: raggiungere la città di Greenest dove già Leosin fu inviato, per indagare sul culto di Tiamat.

Zelakim

Tiranny Of Dragons pugliese_giulio8