Leosin Erlanthar

Mezzelfo monaco

Description:

faction_banner_harpers.svgMezzelfo sulla cinquantina d’anni, corti capelli scuri e tratti tondeggianti.
Pacato ma risoluto, pondera molto prima di esprimersi, il che lo porta spesso a dire opinioni sagge e tenute di buon conto.

Da anni monitora l’attività del Culto del Drago, sia per il suo ordine monastico che per gli Arpisti, ai quali spesso non mostra appartenenza.

Bio:

Un monaco dell’Ordine del pugno di drago che, 21 anni prima, ha salvato una giovane donna di nome Kara, sola, ferita e incinta, e l’ha accolta nel monastero. Quando ella morì di parto si prese cura del pargolo, un mezzorco a cui diede il nome di Zelakim, e lo addestrò insieme a Sigmalur alla Via del Drago.

Molti anni dopo, si recò a Greenest per indagare sulle nuove e frequenti apparizioni del Culto del Drago nel Fareun occidentale e finì loro prigioniero poco prima che il Culto attaccasse la città.
Venne liberato dagli avventurieri e, troppo debole e ferito per accompagnarli, li incarica di recuperare delle uova di drago che il Culto ha in programma di far schiudere. Dice di rincontrarsi ad Elturel una volta fatto, ma dalla missione torna solo Nalwhin, portando notizia della disfatta del gruppo: alcuni sono morti, altri catturati o fuggiti.

Fortunatamente ad Elturel ci arrivano tutti, anche se un mese dopo.
Lì il mezzelfo, che si rivela essere un Arpista, ha iniziato ad organizzare una resistenza al Culto assieme a Onthar Frume, rappresentate dell’Ordine del Gauntlet.

Leosin Erlanthar

Tiranny Of Dragons Lagikrus