Tiranny Of Dragons

10 - Nuovi alleati e nuovi piani.

19esimo giorno di Flamerule della Principessa Guerriera – 1489 DR; Elturel 

Tre giorni fa ho finalmente ricevuto risposta da Zelakim al messaggio in cui comunicavo la mia posizione e oggi sono stata finalmente raggiunta alla locanda "Alle Corna Nere" a Elturel.

Con mia grande sorpresa e, ammetto, un certo grado di emozione, si sono presentati alla locanda anche altri due dei miei vecchi compagni per i quali non nutrivo più alcuna speranza: Hmedivh e Cantastorie.

Appena arrivati, Hmedivh versava in pessime condizioni, con un occhio quasi completamente bruciato e delle doloranti calcificazioni ai piedi, mentre Cantastorie si trovava sotto mentite spoglie, tanto che non l’avrei mai riconosciuto se non fosse stato per Zelakim e per altri due giovanotti unitisi alla compagnia (Regor e Daril mi pare si chiamino, ma la memoria potrebbe giocarmi brutti scherzi) che mi hanno chiarito la sua identità.

Purtroppo, però, temo che il bardo si sia presto indispettito per la presenza di altri musici nella locanda, infatti ha preferito cercare un altro posto dove passare la notte e noi non abbiamo più ricevuto sue notizie da ieri, ma ho fiducia che sia in grado di gestirsela anche da solo: del resto più volte se l’è cavata in situazioni in cui l’avrei dato per spacciato.

Nonostante questo, il resto della compagnia è rimasto unito e ieri, durante un lauto pasto per recuperare le energie, non solo si è ricongiunto al maestro di Zelakim, Leosin, ma ha anche fatto conoscenza con il capo dell'Ordine del Gauntlet, Ontharr Frume.

Nel pomeriggio, poi, le due nuove reclute sono andate a svolgere delle commissioni in giro per la città, mentre Zelakim e Hmedivh si sono trattenuti alla locanda l’uno per aggiornare Leosin e me sulle vicende passate, l’altro per medicarsi le ferite che, da quanto mi è stato raccontato, sono frutto di sperimentazioni tenute su di lui per mano del Culto del Drago durante un periodo di prigionia e che non aveva ancora trovato occasione di curare: pare, infatti, che i miei compagni non abbiano avuto tregua nemmeno lungo il tragitto sul Chiontar, dove sono stati coinvolti in uno scontro tra alcuni tritoni, di cui hanno preso le difese, e una nave pirata di rattuomini .

Scesa la sera ci siamo nuovamente riuniti nella locanda, dove abbiamo cenato, e Ontharr ha spiegato ai compagni, sotto richiesta di Daril, cosa sia l'Ordine del Gauntlet: un'ampia organizzazione di combattenti e clerici che si pone l'obiettivo di proteggere gli indifesi e perseguire "il bene"; i due umani  sono stati particolarmente attratti dagli ideali dell'Ordine e hanno subito espresso la volontà di unirvisi, decisione la quale ha scatenato l'euforia di Ontharr, che, per festeggiare, ha deciso di far terminare la giornata con una amichevole lotta tra i due.

20esimo giorno di Flamerule della Principessa Guerriera – 1489 DR; Elturel 

Poco fa, subito dopo l'ora di pranzo, ci ha raggiunti, trafelato, il giovane Kirk, che ci ha accompagnati di fretta da Leosin e Frume. I due, che stavano attendendo il nostro arrivo con aria cupa e inquieta, hanno presto rivelato il motivo della loro convocazione: da pochissimo, infatti, sono giunte allarmanti notizie da Beregost, città che i miei compagni già avevano avvertita della possibilità di essere uno dei prossimi obiettivi del Culto.
Fortunatamente non vi è stato nessun attacco, ma alcuni agenti degli Arpisti, organizzazione di spionaggio di cui Leosin rivela far parte, hanno intercettato dei cultisti diretti a Baldur's Gate, i quali, camuffati da mercanti, stanno trasportando carri pieni di tesori, frutto dei saccheggi, per poi là mischiarsi a delle comuni carovane. Dunque Leosin, in qualità di rappresentante degli Arpisti, e Frume, nelle veci di delegato del Gauntlet, ci hanno proposto di farci assoldare come guardie di mercanti da una delle carovane in cui si nasconderebbero i cultisti, con lo scopo di scoprire dove questi ultimi stiano trasportando il bottino e a cosa esso serva.

Abbiamo tutti accettato l'incarico, chi per uno slancio di eroismo, chi sotto compenso; forse è meglio che adesso smetta di scrivere e che mi metta all'opera, sperando che la fortuna sia dalla nostra parte.

Comments

benny_bersani

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.